Quando non sei felice, appagato guardi il mondo con occhi offuscati dal malcontento, dalla frustrazione e non sai coglierne le cose belle.

Questa è una condizione molto negativa che ti rende arido e antipatico, svogliato e apatico, con poca forza e poca volontà. Esci a poco a poco dal giro, cominci a evitare tutto ciò che sembra muoversi tutto intorno a te.

Ti senti scosso, schiacciato sotto il peso delle tue ambizioni, desideri e passioni che non riesci a compiere, realizzare.

Non sai essere amico e non sai essere di buona compagnia.

Presti il fianco ai colpi della vita, li accusi, lenti e potenti.

E piano piano ti eclissi.

Mia nonna è una persona che dice poche cose. Non si perde in chiacchiericci fini a se stessi.

Mia nonna rappresenta quella sana saggezza di una vita vissuta a lungo dove riesci a scorgerci verità universali. Con leggerezza e dolcezza sa dirti cose che carezzando come piume, infilzano come spade.

In tutti questi mesi non mi è mai capitato un momento così intenso e intriso di significato.

Ti svegli, dopo una giornata apparentemente normale, filata via liscia come l’olio, sottilmente piacevole. Assonnato, ti tornano in mente dei flashback. E ti viene da pensare a quella sensazione.

E capisci la verità.

Mia nonna ha ragione. Non ci si deve mai fermare, non si deve mai deporre l’arma, mai trascurare l’anima né la mente. Lei sta lì forte, davanti ai miei occhi, ad ergersi come un colosso di fronte alla sue delicate verità.

Gli occhietti vispi e una coscienza inscalfibile.

Il sorriso dolce e perenne e lo spirito mai affranto.

Muovendosi per la casa arranca, tra le sue mille faccende, ma non c’è giorno in cui non porti a compimento il suo lavoro. Un’anima di ferro, una volontà di cuore.

Valori che illuminano le mie incertezze di oggi incitandomi a maltrattarle, sottometterle e tornare ad essere vivo per davvero.

 

Annunci