Pensi alla musica e tutto il resto scorre.

Pensi alla musica e ritrovi lo spirito del mondo, aree cerebrali che si attivano, si infuocano e con esse il cuore, lento, comincia a palpitare, ad emettere vibrazioni su per il corpo.

Pensi alla musica e il mondo attorno a te assume tinte senza tempo, la vita li fuori si disarma di egoismo e cattiveria, tutto sorride.

Pensi alla musica e ti stendi sul tuo letto, chiudi gli occhi, il tuo passato sbuca da dietro l’angolo e viene a trovarti, a ricordarti che si, in fondo, sei sempre lo stesso, sin da quando piangevi perchè il tuo fratellino andava fuori di casa per più di 5 giorni, sin da quando prendevi il pallone e andavi sani pomeriggi nel cortile a giocare spensierato e felice, sin da quando la prima amicizia, i primi ti voglio bene, i primi orizzonti a parlare di futuro, sempre meraviglioso e pieno di viaggi mitici, pieno di avventure, facce della vita, del mondo.

Pensi alla musica e ritrovi te stesso, pensi alla musica e..tutto è ok.

Pensi alla musica e lavorare non è la cosa che più al mondo importa, le scadenze non vanno più rispettate, i sentimenti non sono più piccole oasi di te stesso da tenere nascoste al mondo, diventano immagini, comportamenti, abbracci, condivisioni.

Pensi alla musica e nello stesso momento in cui ci pensi, l’ascolti.

IPostmoderni.

Da leggersi con:

Annunci